unasensibileimbranata
Ma io non voglio uno di quei ragazzi stupendi da esibire alle tue amiche come un cane da competizione, uno di quelli che s’innamorano di te solo per l’aspetto fisico (anche perché non c’è molto di cui innamorarsi qui). Io voglio qualcosa di molto più complicato. Voglio un uomo, non un ragazzo. E per uomo non intendo un quarantenne, no no. Intendo un ragazzo che sia abbastanza maturo da poter essere chiamato uomo. Voglio un uomo che s’innamori di me ogni giorno di più. Un uomo che s’innamori di me mentre ascolto la musica. Un uomo che s’innamori di me mentre leggo in silenzio. Un uomo che s’innamori di me quando non ce la faccio più e crollo. Un uomo che s’innamori dei miei capelli di merda che non stanno mai dove devono. Un uomo che s’innamori dei miei sbalzi d’umore. Un uomo che s’innamori del mio sorriso, e non della mia scollatura. Un uomo che s’innamori della mia voce. Un uomo che s’innamori del mio essere un maschiaccio ogni tanto. Un uomo che s’innamori del mio profumo. Un uomo che s’innamori delle mie figure di merda. Un uomo che s’innamori in silenzio ma che poi abbia il coraggio di urlarlo al mondo. Un uomo che s’innamori perdutamente di tutto ciò che sono.